Unità Clinica

Endoscopia Bilio-pancreatica e Ecoendoscopia

*(Pagina aggiornata il 28 novembre 2022)

L’Unità Clinica di Endoscopia Bilio-Pancreatica ed Ecoendoscopia del San Raffaele segue il paziente con malattie biliopancreatiche lungo tutto il suo percorso di cura ed è il primo centro a livello Europeo per numero di ecoendoscopie diagnostiche ed operative e tra i primi in Italia ed Europa per l’endoscopia bilio-pancreatica (ERCP). 

Gli esami endoscopici sono svolti da un’equipe di gastroenterologi/endoscopisti, anestesisti ed infermieri altamente specializzati in 3 sale endoscopiche attrezzate con le più moderne tecnologie per la diagnostica e terapia.

Patologie e Trattamenti

Le principali patologie diagnosticate e trattate sono:

  • patologia solida (tumori) del pancreas (adenocarcinoma pancreatico, tumore neuroendocrino pancreatico, tumore solido pseudopapillare, linfoma pancreatico)
  • cisti del pancreas (IPMN dei dotti secondari e del dotto principale, cistoadenoma sieroso e mucinoso, neoplasia neuroendocrina cistica, cisti da duplicazione duodenale)
  • patologia neoplastica della papilla maior e minor (ampullomi)
  • pancreatite acuta, ricorrente e cronica ed autoimmune
  • alterazioni congenite del sistema duttale biliare e pancreatico (pancreas divisum, pancreas anulare, santorinicele, coledococele)
  • calcolosi biliare intra- ed extra-epatica, anche ad alto grado di complessità
  • tumore della via biliare (colangiocarcinoma) e della colecisti
  • colecistite acuta e cronica, con trattamento endoscopico dei calcoli della colecisti nei pazienti ad alto rischio chirurgico
  • raccolte peripancreatiche (pseudocisti, raccolte necrotiche, raccolte post-chirurgiche)

I percorsi Multidisciplinari

Gli specialisti dell’unità lavorano in costante dialogo e scambio con gli altri specialisti dell’ospedale.

I diversi specialisti (gastroenterologi/endoscopisti, chirurghi, radiologi, radioterapisti, medici nucleari, endocrinologi, patologi, nutrizionisti, infermieri) si incontrano periodicamente per una valutazione olistica e multidisciplinare del paziente in modo da garantire il corretto inquadramento diagnostico e di conseguenza la più efficace gestione terapeutica.

Il trattamento del singolo paziente viene discusso all’interno di incontri a cadenza settimanale dedicati a specifiche patologie:

  • Patologie Pancreatiche Benigne (Disease Unit lesione pancreatiche cistiche, infiammatorie ed indeterminate);
  • Patologie Pancreatiche Maligne (Disease Unit Adenocarcinoma Pancreatico);
  • Tumori Neuroendocrini (NET Tumor Board);
  • Patologia del fegato e delle vie biliari (Meeting Multidisciplinare Epatobiliare);
  • Patologia neoplastica delle vie biliari (Disease Unit Colangiocarcinoma).

Gli Esami Endoscopici diagnostici ed operativi

Gli esami diagnostici e terapeutici vengono eseguiti in un regime di sedazione profonda tale da garantire al paziente la totale assenza di dolore intra-procedurale.

Gli esami che vengono eseguiti presso l’Unità sono:

Ecoendoscopia diagnostica e operativa (con o senza biopsia)

  • del pancreas e delle vie biliari;
  • digestiva (dell’esofago, stomaco, duodeno o del retto);
  • del mediastino;
  • bronchiale.

ERCP (ColangioPancreatografia Retrograda Endoscopica)

  • delle vie biliari e del pancreas, fino al massimo livello di complessità (ad esempio: tumori dell’ilo epatico, calcolosi intraepatica, rimozione di stent migrati prossimalmente, calcolosi complessa delle vie biliari e del dotto pancreatico);
  • in anatomia postchirurgica (dopo resezioni pancreatiche [Whipple, Longmire-Traverso], chirurgia epatobiliare [Epaticodigiunostomia su ansa alla Roux] o chirurgia bariatrica [Gastrectomia Roux-en-Y, diversione biliopancreatica]);
  • ampullectomia endoscopica.

Trattamenti ablativi

  • Radiofrequenza EUS-guidata dei tumori solidi pancreatici (neoplasie neuroendocrine e adenocarcinomi duttali del pancreas);
  • Radiofrequenza Endoduttale dei tumori delle vie biliari;
  • Neurolisi del plesso celiaco mediante alcolizzazione per il trattamento del dolore pancreatico secondario a neoplasia o pancreatite cronica.

Ecoendoscopia Interventistica / Terapeutica

  • Trattamento di ostruzioni gastro-duodenali benigne o maligne, secondarie ad esempio a tumori del pancreas/stomaco/duodeno (Gastro-Enteroanastomosi EUS-guidata o Stent duodenale);
  • Drenaggio EUS-guidato delle vie biliari in pazienti per cui non è possibile eseguire ERCP (Coledoco-Duodenostomia, Epatico-Gastrostomia o Stenting anterogrado EUS-guidati);
  • Drenaggio della colecisti in pazienti ad alto rischio chirurgico (Drenaggio EUS-guidato della colecisti, con eventuale successiva asportazione dei calcoli per via endoscopica [Colecistoscopia e Colecistolitotomia]);
  • Trattamento delle raccolte in esiti di pancreatite o chirurgia addominale (Drenaggio EUS-guidato con protesi plastiche o con Lumen Apposing Metal Stent, con eventuale successiva Necrosectomia endoscopica);
  • Drenaggio EUS-guidato di raccolte o ascessi perirettali in esiti di chirurgia addominale o di patologie infiammatorie;
  • Diagnostica e Terapia della patologia biliopancreatica in anatomia post-chirurgica (EUS-directed Transgastric ERCP, EUS-directed Transenteric ERCP).

Servizi ambulatoriali

  • Ambulatorio dedicato alle patologie pancreatiche incluse pancreatite acuta e cronica, lesioni pancreatiche preneoplastiche di tipo cistico (ad es. IPMN) e malattiebilio-pancreatiche di origine autoimmune;

 

  • Ambulatorio dedicato alla sorveglianza di pazienti a rischio familiare o genetico di neoplasie del pancreas con partecipazione al Registro Italiano Multicentrico (IRFARPC Italian Registry of Families At Risk of Pancreatic Cancer) promosso dall’AISP (Associazione Italiana Studio Pancreas).
+3000

Pazienti con patologia biliopancreatica gestiti all’anno

+2000

Ecoendoscopie con eventuale biopsia all’anno

+700

ERCP terapeutiche all’anno

Ricerca e formazione

La Ricerca

L’unità è coinvolta in numerosi progetti di ricerca di ambito traslazionale, con un’integrazione dell’attività clinica e della diagnostica/terapia endoscopica alla ricerca di base, in collaborazione con Centri prestigiosi sia in ambito nazionale che internazionale e si focalizza su:

  • Valutazione dei meccanismi genetici e biologici responsabili dello sviluppo del tumore del pancreas;
  • Ricerca di marcatori, fattori esogeni ed endogeni coinvolti nello sviluppo e nell’evoluzione dell’adenocarcinoma del pancreas, dei tumori neuroendocrini del pancreas e dei tumori dell’ampolla di Vater;
  • Studio delle modifiche microscopiche a livello cellulare e tissutale nei tumori del pancreas prima e dopo chemioterapia;
  • Isolamento, caratterizzazione e valutazione del ruolo prognostico delle Cellule Tumorali Circolanti nei pazienti con patologia neoplastica del pancreas;
  • Valutazione del ruolo dell’RNA (RNA-sequencing) nel predire sviluppo e comportamento del tumore del pancreas e dei tumori neuroendocrini del pancreas;
  • Fattori endogeni ed esogeni coinvolti nello sviluppo del cancro familiare ed ereditario del pancreas;
  • Il ruolo del microbioma nello sviluppo di tumori pancreatici e delle vie biliari;
  • Fattori endogeni ed esogeni coinvolti nello sviluppo della pancreatite cronica;
  • Valutazione del comportamento, evoluzione e aggressività delle lesioni cistiche pancreatiche sulla base delle loro caratteristiche ecoendoscopiche, della caratterizzazione del liquido cistico e sulla base dei fattori endogeni ed esogeni;
  • In collaborazione con il centro di ricerca francese IHU di Strasburgo (Institut de chirurgie guidée par l'image), sviluppo di modelli basati su algoritmi di Intelligenza Artificiale applicati all’ecoendoscopia con l’obiettivo di creare applicazioni in grado di predire la diagnosi, l’aggressività e la prognosi delle patologie neoplastiche e pre-neoplastiche del  tratto bilio-pancreatico;
  • Sviluppo e implementazione tecnico-clinica di nuove tecnologie ablative ecoendoscopiche (radiofrequenza, criotermoablazione) per il trattamento di tumori bilio-pancreatici non suscettibili di trattamento chirurgico;
  • Sviluppo clinico e su modelli animali di una nuova sonda utilizzabile per via ecoendoscopica per il trattamento ablativo con microonde di lesioni solide del tratto epato-bilio-pancreatico,in collaborazione con CREO medical group ltd;    
  • Sviluppo ed implementazione di nuove procedure terapeutiche ecoendo-guidate all’interno di registri locali ed internazionali, e mediante la partecipazione a studi randomizzati controllati volti a cambiare gli standard di trattamento dell’ostruzione benigna e maligna del tratto gastrointestinale e dell’albero biliare. In particolare, la ricerca spontanea viene promossa all’interno di un network multicentrico denominato Leuven-Amsterdam-Milan Study (LAMS) Group che vede la partecipazione di UZ Leuven (Belgio), Amsterdam UMC (Olanda) e Ospedale San Raffaele (Italia).

L’attività pubblicativa del Gruppo ha prodotto negli ultimi anni circa 50 lavori per anno, attraverso la ricerca spontanea, il supporto di grants di ricerca nazionali ed internazionali, e la partecipazione a studi e a consorzi internazionali.

La nostra equipe medica ha partecipato, negli anni, alla stesura di linee guida nazionali ed internazionali, capitoli di libri, consensus statements nell’ambito della patologia e dell’endoscopia biliopancreatica.

Le attività formative

L’unità di Endoscopia biliopancreatica e ecoendoscopia è sede di tre master universitari internazionali di II livello, rivolti a specialisti italiani e stranieri:

  • Master di II livello in approccio clinico alle patologie pancreatiche;
  • Master di II livello in ecoendoscopia diagnostica ed operativa;
  • Master di II livello in ERCP, Colangio-Pancreatografia Endoscopica Retrograda.

L’unità è centro ufficiale di training dell’ESGE (European Society of Gastrointestinal Endoscopy) ospitando specialisti provenienti da tutto il mondo che vogliano implementare le proprie abilità in tecniche endoscopiche avanzate, nell’ambito di un programma di fellowship europeo.

È inoltre centro di formazione nell’ambito delle scuole di formazione e di endoscopia avanzata della SIED (Società Italiana di Endoscopia Digestiva) e della SIGE (Società Italiana di GastroEnterologia ed Endoscopia Digestiva).

L’unità organizza corsi teorico-pratici altamente specializzati inerenti all’endoscopia diagnostica ed operativa biliopancreatica, tra i quali la School of Endoscopy (SoE), riservata a piccoli gruppi selezionati di medici ed infermieri.

L’unità è inoltre impegnata nella didattica frontale e nel tutoraggio per il Corso di Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia e la Scuola di Specializzazione in Gastroenterologia dell’Università Vita-Salute San Raffaele.

L’unità inoltre effettua accordi formativi con altre Scuole di Specializzazione nazionali ed internazionali per il training elettivo di Medici Specializzandi in endoscopia biliopancreatica.

Staff

Prof. Paolo Giorgio Arcidiacono – Direttore Unità Operativa di Endoscopia Biliopancreatica ed Ecoendoscopia; Professore Associato di Gastroenterologia Università Vita-Salute San Raffaele.

Dott. Gabriele Capurso – Responsabile Ricerca Clinica

  • Dott. Alberto Mariani – Responsabile Endoscopia Bilio-Pancreatica
  • Dott.ssa Maria Chiara Petrone – Responsabile Ecoendoscopia Diagnostica e Operativa

 

Medici in Formazione Specialistica

  • Dott. Giuseppe Dell’Anna
  • Dott. Gaetano Lauri
  • Dott. Ruggero Ponz de Leon Pisani

 

Personale infermieristico

  • Laura Donelli – Coordinatore Infermieristico
  • Laura Apadula – Research Nurse & Study Coordinator

Personale amministrativo

  • Luana Palmeri - Segreteria di Direzione

Informazioni

Segreteria di Direzione

Palmieri Luana
Tel. 02.2643.5607

Prenotazioni

Call Center Prenotazioni SSN, Solventi, Convenzionati:

tel. 02.2643.2643

 

Ricoveri SSN, esami di Ecoendoscopia ed ERCP 

tel. 02.2643.6550/6586
Email: segreteria.ecoendoscopia@hsr.it

Dove siamo

Unità Operativa di Endoscopia Bilio-pancreatica ed Ecoendoscopia
Settore R, piano -2

 

Ospedale San Raffaele
Via Olgettina, 60 – 20132 Milano (Italia)

Documenti

Informativa radiazioni