Coinfezione HIV/Virus Epatitici

La terapia antiretrovirale ha ridotto drasticamente la mortalità per AIDS, ma non quella dovuta alla cirrosi epatica da HCV e HBV: solo pochi farmaci che curano l’infezione da HIV, infatti, agiscono sul virus dell’epatite B e nessuno è attivo sul virus dell’epatite C. In pazienti HIV positivi, inoltre, la malattia epatica evolve più rapidamente verso la cirrosi epatica e le sue complicanze (scompenso epatico, epatocarcinoma).

Curare i pazienti con coinfezione HIV/virus epatitici è, quindi, più difficile che curare quelli con la sola infezione da virus epatitici.
Per questo  la gestione di questa patologia viene affrontata dall’Unità di Malattie Infettive all’interno di un Ambulatorio coinfezioni HIV/virus epatitici, che prevede un approccio multidisciplinare per ottimizzare la risposta alla terapia.
Inoltre, presso questo centro, sono disponibili farmaci sperimentali per la cura delle epatiti virali, nel contesto dei principali studi nazionali e internazionali.