Il San Raffaele sulla prestigiosa rivista scientifica “New England Journal of Medicine"

PUBBLICATO IL 23 MARZO 2018

Milano, 23 marzo 2018 – I ricercatori e i medici dell’IRCCS Ospedale San Raffaele, guidati dal professor Alberto Briganti, vicedirettore dell’Istituto di ricerca urologica (URI), hanno collaborato a uno studio clinico sul tumore alla prostata coordinato dalla University College di Londra e pubblicato di recente sulla prestigiosa rivista scientifica New England Journal of Medicine. Gli studiosi hanno contribuito a dimostrare per la prima volta l’efficacia della risonanza magnetica multiparametrica – tecnica poco invasiva – come primo strumento per identificare quali pazienti necessitano di trattamento e quali possono essere tenuti – almeno inizialmente –  sotto stretto controllo. Il tumore alla prostata, infatti, pur essendo molto diffuso, in un caso su quattro si rivela clinicamente non significativo: ciò vuol dire che almeno in una prima fase è possibile evitare un trattamento attivo, soprattutto considerati gli effetti collaterali delle terapie oncologiche. “Con questo lavoro abbiamo dimostrato come la risonanza magnetica multiparametrica permetta allo stesso tempo di ridurre il numero di uomini sottoposti a biopsia, aumentare la diagnosi di tumori significativi (quelli cioè che è importante trattare) e ridurre la diagnosi di tumori che non hanno necessità di essere trattati” spiega Alberto Briganti, tra gli autori dello studio.

  • Cura e Prevenzione
  • Ricerca