COVID-19: informazioni agli utenti

*(Informazioni aggiornate l'8 settembre 2022)

L'attività ospedaliera in sicurezza

L'Ospedale San Raffaele offre il proprio contributo, insieme alle altre strutture regionali, per la gestione e la prevenzione dei casi di Covid-19 in ospedale.

Al momento di ogni ricovero:

  • il medico effettua una accurata anamnesi finalizzata a valutare le condizioni cliniche ed epidemiologiche sospette di rischio di contagio da SARS-CoV-2 per una presa in carico sicura;
  • viene effettuato il tampone oro-rino faringeo diagnostico per SARS-CoV-2 al fine di individuare il percorso logistico e clinico-assistenziale più idoneo e sicuro.

Le attività ambulatoriali in regime SSN e in solvenza sono mantenute in funzione dell’andamento epidemiologico dando priorità alle prestazioni urgenti e per pazienti fragili (ad es. chemioterapia, radioterapia, dialisi, prestazioni dell’area salute mentale e delle dipendenze, le iniezioni intravitreali per degenerazione maculare).

 

Regole di accesso all'ospedale

In ottemperanza al D.L. 52/2021, che recepisce le modifiche del D.L. 68/2022 e alle disposizioni emanate dalla Direzione Generale Welfare di Regione Lombardia sul contenimento dell’epidemia, l’Ospedale San Raffaele invita i pazienti e i visitatori a indossare un dispositivo di protezione delle vie respiratorie negli spazi ospedalieri sia interni che esterni

Operativamente quindi:

  • è obbligatorio indossare un dispositivo di protezione delle vie respiratorie (senza valvola espiratoria) per accedere in ospedale per l’esecuzione di qualunque tipo di prestazione, avendo cura di coprire accuratamente naso e bocca;
  • l’accesso per i visitatori ai reparti di cura non Covid è regolamentato dal protocollo editato dalla Direzione Sanitaria in base alle norme vigenti. Si prega i gentili utenti di prenderne visione qui o nel pdf "Protocollo di accesso dei visitatori nelle aree non covid" da scaricare in fondo a questa pagina;
  • l’accesso per i visitatori ai reparti di cura Covid è regolamentato dal protocollo editato dalla Direzione Sanitaria in base alle norme vigenti. Si prega i gentili utenti di prenderne visione qui o nel pdf "Protocollo di accesso dei visitatori nelle aree non covid" da scaricare in fondo a questa pagina.

Si ricorda infine che tutti i pazienti devono essere muniti di un documento di identità valido oltre che della tessera sanitaria.

 

Regole di accesso per gli accompagnatori

In riferimento alla Deliberazione RL N° XI / 5181 Seduta del 06/09/2021, e nel rispetto delle indicazioni della direzione sanitaria della struttura, è consentito l’accesso presso le sale di attesa e le aree comuni non sanitarie dell'ospedale:

  • agli accompagnatori dei pazienti NON affetti da COVID-19, muniti di Green Pass.

Si ricorda che gli accompagnatori di pazienti con disabilità certificata ai sensi della Legge n. 104/1992, non sono soggetti e vincolati al possesso di una delle certificazioni verdi COVID-19 per accedere e permanere nelle strutture sanitarie. 

Agli accompagnatori dei pazienti in possesso del riconoscimento di disabilità con connotazione di gravità, è consentito prestare assistenza non sanitaria, nel rispetto delle indicazioni della direzione sanitaria della struttura, anche:

  • nelle sale di attesa dei dipartimenti d'emergenza;
  • presso l’accettazione;
  • nei reparti di pronto soccorso;
  • nei reparti delle strutture ospedaliere.

Inoltre, al fine di favorire l’accesso e agevolare l‘eventuale degenza nella struttura di particolari categorie di pazienti, nel rispetto delle regole disposte dalla direzione sanitaria, potranno prestare assistenza non sanitaria nelle aree Covid free anche:

  • un accompagnatore di paziente minore;
  • un accompagnatore di donna in gravidanza anche nella fase di travaglio e nel post-partum;
  • un accompagnatore/caregiver/badante di utente/paziente con definite condizioni cliniche o socio-assistenziali di particolare impegno (esempio: paziente in fine vita, grande anziano, presenza di barriere linguistiche, ecc.), che devono effettuare prestazioni ambulatoriali (incluso il Pronto Soccorso) o destinati a ricoveri (ordinari o a ciclo diurno) e che necessitano di assistenza non sanitaria.  

Quando le necessità di assistenza richiedano una presenza continuativa o prolungata dell'accompagnatore, l'accesso delle categorie di cui sopra può avvenire solo in presenza di green pass (ad eccezione degli accompagnatori di pazienti con disabilità certificata).

 

Chi non può accedere all'ospedale

Non puoi accedere all'Ospedale San Raffaele in caso di COVID-19 accertato o sospetto, salvo per eseguire controlli concordati con i clinici o per effettuare il test (diagnosi o guarigione). 

 

Come prenotare in sicurezza

Si consiglia di prenotare visite ed esami telefonicamente o, nel caso di regime in solvenza, online tramite il sito dedicato.

È possibile prenotare presso gli sportelli di prenotazione della Galleria delle Botteghe ma, al fine di evitare assembramenti, è obbligatorio prenotare in anticipo il numero di chiamata agli sportelli nel giorno e nell'ora prestabiliti, ritirando il numero di chiamata allo sportello dal totem (colonnina erogatrice) dedicato oppure richiedendo online il numero di chiamata.

Anche nel caso degli accessi ai punti prelievi si consiglia la prenotazione del numero di chiamata.

Attenzione: ricette mediche per riprenotazione

Si informano i gentili utenti che per riprogrammare le visite e le prestazioni sospese per l’emergenza coronavirus presso l’Ospedale San Raffaele non è necessaria una nuova ricetta.

Le ricette relative alle prestazioni non erogate e fatte oggetto di sospensione per coronavirus mantengono la loro validità e possono essere utilizzate per riprogrammare i nuovi appuntamenti, come disposto dal DGR 3115/2020.

Documenti per il paziente

Informativa COVID-19

Attenzione: per accedere alla struttura in sicurezza prendi visione dell'informativa allegata (DSAN 1930/0 - 402)

Protocollo Accesso Visitatori Aree Non Covid

Informativa privacy