Chirurgia Vascolare

Primario: prof. Roberto Chiesa

Effettua oltre 2500 ricoveri con oltre 2100 interventi chirurgici vascolari ed endovascolari ogni anno (il 10% in urgenza) in particolare sull’aorta toracica e addominale, sulle arterie carotidi, sulle arterie in genere e sulle vene degli arti inferiori. Effettua oltre 18.000 ecocolordoppler, 10.000 medicazioni standard e avanzate e 7000 visite ambulatoriali all’anno, che comprendono visite specialistiche angiologiche ed esami strumentali vascolari non invasivi sia per la diagnosi della patologia vascolare sia per il costante controllo del paziente già sottoposto a intervento chirurgico. Inoltre pubblica numerosi lavori scientifici sui migliori trattati e sulle più prestigiose riviste nazionali e internazionali di chirurgia vascolare, con particolare predilezione per la chirurgia aortica toracica e toracoaddominale tradizionale ed endovascolare.

PRINCIPALI PATOLOGIE E TRATTAMENTI 

Le patologie vascolari più importanti si sviluppano nel circolo arterioso, che porta il sangue ricco di ossigeno e di nutrimento alle cellule. Sono malattie che colpiscono soprattutto la popolazione di età superiore ai 50 anni le cui conseguenze più gravi possono causare trombosi, ictus, ischemia alle gambe ed emorragie interne (rottura di aneurisma) con esiti talvolta invalidanti o letali.

Per queste patologie, i trattamenti attualmente in uso sono: la terapia chirurgica diretta (open), la terapia chirurgica endovascolare e la terapia chirurgica mista (ibrida).

Le malattie del circolo venoso, invece, hanno normalmente conseguenze più lievi di quelle delle patologie arteriose, ma colpiscono una popolazione molto vasta e negli stadi avanzati possono risultare estremamente invalidanti.

CARATTERISTICHE

  • 37 posti letto di degenza
  • Due sale operatorie tutti i giorni dedicate alla chirurgia arteriosa e alla chirurgia venosa dotate ognuna di una moderna unità angiografica mobile per il controllo della qualità del risultato chirurgico e per le procedure endovascolari. Entrambe le sale comunicano con le sale angiografiche dell’unità di emodinamica e con l’unità di terapia intensiva. È inoltre presente una sala di emodinamica specificatamente dedicata alla Chirurgia Vascolare una volta alla settimana ed è disponibile una sala operatoria per le urgenze tutti i giorni 24 ore su 24
  • Tre ambulatori di diagnostica vascolare non invasiva dotati  delle più sofisticate apparecchiature ecocolordoppler disponibili attualmente per la diagnosi e per il follow up della patologia arteriosa e venosa
  • Un ambulatorio visite (regime ASL h.9:00-18:00)
  • Un ambulatorio dedicato alle medicazioni post-intervento e uno al trattamento delle ulcere trofiche degli arti inferiori
  • Un ambulatorio visite primariale dedicato alla valutazione preoperatoria e al follow up dei pazienti cinque giorni su sette
  • Un ambulatorio di neurostimolazione dedicato al trattamento del dolore e di altri disturbi secondari all’insufficienza arteriosa degli arti inferiori non trattabile mediante chirurgia ricostruttiva convenzionale

L’ATTIVITA’ CLINICA

Comprende tutti i diversi passaggi dell’iter diagnostico e terapeutico del paziente affetto da una patologia arteriosa o venosa.

L’attività ambulatoriale si occupa della diagnosi sia da un punto di vista clinico, mediante visita specialistica angiologica, sia strumentale, mediante esame vascolare non invasivo ecocolordoppler.

  • Ambulatorio visite: si occupa, mediante visita specialistica angiologica, della diagnosi della patologia vascolare e del follow up clinico del paziente già sottoposto a intervento chirurgico.
  • Ambulatori di diagnostica non invasiva ecocolordoppler: dispongono di tre tra le più sofisticate macchine Ecocolordoppler esistenti attualmente per la diagnosi e per il follow up strumentale della patologia arteriosa e venosa.
  • Ambulatorio medicazioni avanzate: è dedicato al trattamento delle ulcere trofiche degli arti inferiori, che rappresentano una delle complicanze più gravi degli stadi avanzati di insufficienza venosa e arteriosa degli arti inferiori. In tale ambulatorio è, inoltre, dedicato uno spazio specifico per la cura e la riabilitazione del piede diabetico.
  • Ambulatorio di flebologia (scleroterapia varici e capillari).
  • Ambulatori di Day surgery.
  • Ambulatorio di neurostimolazione: è dedicato al trattamento del dolore e di altri disturbi secondari all’insufficienza arteriosa degli arti inferiori, non trattabile mediante chirurgia ricostruttiva convenzionale. In tali casi, infatti, può essere indicato il trattamento di questi sintomi mediante il posizionamento di un neurostimolatore epidurale che richiede un periodico follow up per la regolazione dei parametri della neurostimolazione e il controllo clinico dei risultati.

L’attività di reparto è dedicata alla preparazione preoperatoria dei pazienti che necessitano dell’intervento chirurgico o di esami diagnostici invasivi come l’angiografia e al monitoraggio assiduo e continuo dei pazienti nel periodo immediatamente successivo all’intervento chirurgico fino alla dimissione.

L’attività chirurgica ed endovascolare si svolge nelle sale operatorie di chirurgia tradizionale e in sala di emodinamica e rappresenta il momento terapeutico, ovvero il momento dedicato al trattamento della patologia vascolare.

LINEE DI RICERCA

Ricerca e studi in ambito vascolare sono effettuati da tutti i medici dell’Unità di Chirurgia vascolare nell’ambito di svariate malattie vascolari e in particolare:

  • gli aneurismi aterosclerotici e dissecanti dell’aorta toracica e toracoaddominale con particolare interesse per le metodiche di protezione d’organo perioperatoria e per i più innovativi approcci terapeutici endovascolari;
  • gli aneurismi dell’aorta addominale coinvolgenti le arterie renali con particolare interesse per le metodiche di protezione perioperatoria della funzionalità renale;
  • la patologia carotidea con particolare interesse per i meccanismi alla base della formazione della placca carotidea, per le modifiche emodinamiche e bio-umorali in corso di interventi di rivascolarizzazione carotidea e per le implicazioni psicologiche e neuropsicometriche dell’intervento di rivascolarizzazione cerebrale;
  • l’arteriopatia periferica con particolare interesse per i nuovi materiali protesici a rilascio di sostanze anticoagulanti ed antiproliferative e per le metodiche di neuroelettrostimolazione peridurale per il trattamento del dolore incoercibile. In questo ambito, sono particolare oggetto di studio le stenosi dei vasi tibiali, tipiche dei pazienti diabetici, trattate mediante approccio endovascolare e combinato nell’ambito della cura del piede diabetico;
  • la patologia venosa con particolare interesse per le nuove metodiche di terapia LASER delle teleangiectasie e della malattia varicosa degli arti inferiori e per le più innovative metodiche di ingegneria tessutale per la cura delle ulcere trofiche degli arti inferiori;
  • partecipazione ai progetti Europei SAFROS (Patient Safety in Robotic Surgery) e I-SUR (Intelligent Surgical Robotics) per l’applicazione dell’intelligenza robotica alla chirurgia per la definizione delle caratteristiche di sicurezza per il paziente sottoposto a chirurgia vascolare;
  • progetto Biovart: sviluppo di arterie ingegnerizzate con la tecnica delle cellule staminali.

Inoltre l’Unità di ricerca si occupa nel dettaglio delle seguenti tematiche:

  • Chirurgia tradizionale
    • Trattamento chirurgico degli aneurismi dell’aorta toracoaddominale: applicazione e valutazione prospettica dei risultati a breve, medio e lungo termine della chirurgia degli aneurismi toracoaddominali dopo introduzione di tecniche di protezione di organo particolarmente finalizzata alla protezione renale e allo studio della fisiopatologia e dell’anatomia della vascolarizzazione midollare.
    • Partecipazione ai progetti Europei SAFROS (Patient Safety in Robotic Surgery) e I-SUR (Intelligent Surgical Robotics) per l’applicazione dell’intelligenza robotica alla chirurgia per la definizione delle caratteristiche di sicurezza per il paziente sottoposto a chirurgia vascolare.
    • Progetto Biovart: sviluppo di arterie ingegnerizzate con la tecnica delle cellule staminali.
  • Trattamento endovascolare
    • Trattamento endovascolare degli aneurismi dell’arco aortico: sviluppo, applicazione e analisi retrospettiva dei risultati dell’approccio endovascolare preceduto dal debranching dell’arco aortico.
    • Dissezioni aortiche acute e croniche:
      – valutazione del trattamento in urgenza e in elezione con approccio chirurgico o endovascolare;
      – partecipazione a principali trial clinici per valutazione di specifici devices nel trattamento delle dissezioni aortiche (Zenith Dissection System).
    • Trattamento endovascolare degli aneurismi toracoaddominali: valutazione retrospettiva dell’applicabilità e dei risultati clinici e chirurgici del trattamento endovascolare degli aneurismi toracoaddominali dopo debranching completo dei vasi viscerali e renali.
    • Trattamento endovascolare degli aneurismi toracici:
      – studio multicentrico internazionale non randomizzato sull’uso delle endoprotesi ZENITH Cook TX low-profile;
      – analisi retrospettiva dei risultati con le principali endoprotesi in commercio e attiva collaborazione con le aziende per progettazione di nuovi dispositivi.
    • Trattamento endovascolare degli aneurismi dell’aorta addominale: partecipazione a principali trial clinici di precommercializzazione delle nuove endoprotesi aortiche e trial randomizzati multicentrici di postcommercializzazione:
      1. studio multicentrico (INNOVATION e INCEPTION) non randomizzato sull’uso dell’endoprotesi INCRAFT Cordis;
      2. registro multicentrico OVATION non randomizzato sull’uso dell’endoprotesi OVATION trivascular;
      3. principal investigator dello studio multicentrico, prospettico, non randomizzato (ADVANCE first in human trial) per l’endoprotesi addominale BOLTON TREOVANCE.

DIDATTICA

Presso l’Università Vita-Salute San Raffaele:

  • cattedra di Chirurgia Vascolare;
  • scuola di specializzazione in Chirurgia Vascolare;
  • master di II livello in Chirurgia Aortica;
  • lezioni teorico-pratiche per il corso integrato di chirurgia (facoltà di Medicina e Chirurgia); comprendono attività didattica formale svolta con l’ausilio di supporti audio-visivi (diapositive, lucidi, filmati, tutoring, visite presso reparto di degenza e sale operatorie);
  • corsi  elettivi (facoltà di Medicina e Chirurgia) di: ”Approfondimenti in chirurgia vascolare”, “Anatomia chirurgica dei vasi arteriosi”, “Angiologia come supporto clinico alla chirurgia vascolare” e “Chirurgia endovascolare come approccio mini-invasivo nel futuro della chirurgia vascolare”, “Chirurgia Vascolare in Urgenza” e “Diagnostica per immagini avanzata delle malattie vascolari”; oltre alle lezioni frontali, prevedono esercitazioni pratiche con l’ausilio di manichini e altre apparecchiature di simulazione;
  • la disciplina di chirurgia vascolare è inserita nel Corso integrato di elementi di chirurgia e tecniche infermieristiche applicate alla chirurgia (Corso di laurea in Scienze Infermieristiche);
  • Congresso internazionale biannuale “Aortic Surgery and Anesthesia, How to do it”;
  • Coordinamento scientifico e redazionale di Vascular Update, una rivista quadrimestrale di aggiornamento in Chirurgia vascolare ed endovascolare.

STAFF

Roberto Chiesa – Direttore
Germano Melissano – Coordinatore di area attività assistenziale
Renata Castellano – Coordinatore di area attività assistenziale
Enrico Maria Marone – Coordinatore di area attività assistenziale
Efrem Civilini – Responsabile di Unità Funzionale
Yamume Tshomba – Dirigente Medico
Domenico Astore – Dirigente Medico
Laura Dordoni – Dirigente Medico
Gloria Esposito – Dirigente Medico
Massimiliano Marrocco Trischitta – Dirigente Medico
Domenico Baccellieri – Consulente Chirurgo Vascolare
Luca Bertoglio – Consulente Chirurgo Vascolare
Barbara Catenaccio – Consulente Chirurgo Vascolare
Andrea Luitz Kahlberg – Consulente Chirurgo Vascolare
Chiara Brioschi – Consulente Chirurgo Vascolare
Samuele Bossi ­Coordinatore Infermieristico

NUMERI UTILI

Segreteria di Reparto (orario lun-ven 8:30-19:00)
Tel. 02.2643.7129/7130
Tel. 02.2643.7140/7165
E-mail: chirurgia.vascolare@hsr.it

Call Center Prenotazioni SSN
Tel. 02.2643.2643 (San Raffaele)
Tel. 02.2643.6300 (Poliambulatorio Cardinal Schuster)

Call Center Solventi
Tel. 02.2643.2020 (Ospedale San Raffaele)
Tel. 02.5818.7818 (Punti Raf)

Reparto di degenza
Tel. 02.2643.7144/7442

Unità Operativa di Chirurgia vascolare – Settore Q, 4° piano
Ospedale San Raffaele
Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico
Via Olgettina, 60 – 20132 Milano (Italia)