Immunobiologia delle malattie neurologiche

Unità INSPE
Cinthia Farina, Group Leader

farina.cinthia@hsr.it


L’interesse principale del mio laboratorio è lo studio dei processi biologici associati alla sclerosi multipla. La sclerosi multipla (SM) è una patologia infiammatoria cronica del sistema nervoso centrale (SNC) caratterizzata dalla perdita della mielina che circonda gli assoni con conseguenti alterazioni nella conduzione dell’impulso nervoso. È una malattia con sospetta eziologia di tipo autoimmune, poiché le lesioni cerebrali di SM presentano infiltrati di cellule immunitarie. Inoltre il modello animale di malattia, l’encefalomielite autoimmune sperimentale, è indotto dall’immunizzazione con antigeni della mielina, che provoca l’attivazione di linfociti T encefalitogenici che entrano nel SNC, attaccano le cellule che formano la mielina (gli oligodendrociti) e danno inizio a una reazione infiammatoria amplificata dalle cellule residenti nel SNC, come gli astrociti e la microglia.
Le terapie correntemente disponibili per i pazienti SM hanno forte azione immunosoppressiva o immunomodulante, indicando che la patologia è sostenuta da processi periferici. Quindi, sia eventi centrali che periferici sono coinvolti nella SM, sottolineando l’esigenza di studiare entrambi i compartimenti.
La mia attività scientifica è stata ed è tuttora guidata da un approccio di tipo traslazionale. Partendo dalle osservazioni cliniche e da campioni biologici umani (sangue o tessuto cerebrale), la mia ricerca esplora l’attività delle cellule immunitarie/gliali/neuronali in vitro, considera i dati di screening high-throughput in un’ottica di biologia dei sistemi, utilizza i modelli animali in vivo, finché è pronta per ritornare alla clinica con l’identificazione di nuovi biomarcatori diagnostici e prognostici e la proposizione di nuovi bersagli o approcci terapeutici.

wwwPer maggiori dettagli sull’Unità, visita la pagina di questo gruppo sul sito della Ricerca in inglese.