Prof. Martino Gianvito

Prof. Martino Gianvito

Neurologo

Neurologia

Curriculum

Il Professor Gianvito Martino è direttore scientifico dell’IRCCS Ospedale San Raffaele di Milano e responsabile dell’Unità di Neuroimmunologia presso la Divisione di Neuroscienze, di cui è stato direttore dal 2008 al 2016. Già honorary professor presso la School of Medicine and Dentistry at Queen Mary University of London, è professore ordinario di Biologia applicata presso l’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano.

Nato a Bergamo nel 1962, si è laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Pavia nel 1987 dove si è specializzato in Neurologia nel 1991. Dal 1990 al 1992 ha svolto attività di ricerca all’estero presso il Dipartimento di Neurologia del Karolinska Institute di Stoccolma e presso il Dipartimento di Neurologia dell’Università di Chicago.

I suoi interessi scientifici, concretizzatosi nella pubblicazione di oltre 250 articoli scientifici su riviste nazionali e internazionali, vanno dallo studio dei meccanismi patogenetici alla base dei disturbi del sistema nervoso centrale di tipo immuno-mediato fino allo sviluppo di innovative terapie con cellule staminali neurali per il trattamento di questi disturbi. In particolare, le sue ricerche hanno portato di recente all'avvio di uno studio di Fase I - il primo del suo tipo al mondo - che prevede l’utilizzo di cellule staminali neurali fetali in pazienti con sclerosi multipla progressiva; la sperimentazione è iniziata il 26 maggio del 2017. In riconoscimento del ruolo chiave svolto nello sviluppo di questo tipo di terapie, Martino ha guidato un panel di esperti di fama internazionale con l’obiettivo di definire le linee guide per l’uso delle staminali nella SM. Questo sforzo è stato approvato e sponsorizzato dalle maggiori associazioni nazionali - Australia, Canada, Francia, Italia, Regno Unito, USA - e dalla Multiple Sclerosis International Federation (MSIF).

Il professor Martino è stato tra i fondatori dell’Associazione Italiana di Neuroimmunologia (AINI), di cui è stato Presidente dal 2009 al 2012, e dell’European School of Neuroimmunology (ESNI) e della Global Schools of Neuroimmunology (GSNI) delle quali è tutt’ora coordinatore scientifico. Dal 2010 al 2012 è stato Vice Presidente e dal 2012 al 2014 è stato Presidente dell’International Society of Neuroimmunology (ISNI). È stato membro del consiglio scientifico di numerose società scientifiche nazionali e internazionali, tra cui UK Multiple Sclerosis Society, Wellcome Trust's Peer Review College, INSERM, ECTRIMS, FISM and MSIF. Dal 2015 è Panel Member dell’European Research Council (ERC) e dal 2017 è Presidente del Comitato Tecnico Scientifico della Fondazione Regionale per la Ricerca Biomedica (FRRB).

Gianvito Martino è stato tra i fondatori dell’associazione per la cultura SINAPSI - associazione no profit finalizzata alla divulgazione della cultura scientifica - di cui ha ricoperto la carica di Presidente dall’anno della sua fondazione fino al 2008. È stato inoltre tra i fondatori dell’Associazione BergamoScienza, di cui è tutt’ora membro del comitato direttivo e presidente del comitato scientifico.

La sua attività divulgativa si è poi concretizzata nella pubblicazione di vari libri tra i quali ‘Il cervello. La scatola delle meraviglie (2008), La medicina che rigenera. Non siamo nati per invecchiare (2009), Identità e mutamento. La biologia in bilico (2010), libro vincitore del Premio Fermi Città di Cecina 2011 per la divulgazione scientifica, Il cervello gioca in difesa: storie di cellule che pensano (2013), libro vincitore del 1º Premio per la Divulgazione Scientifica dell’Associazione Italiana del Libro, In crisi d’identità. Contro natura o contro la natura? (2014), Le forme della vita, scienza e bellezza nella mente dei Nobel (2014), e Il cervello tra cellule ed emozioni (2017).

Lingue Parlate

  • Inglese
  • Italiano

Formazione

  • Università degli Studi di Pavia
    Laurea in Medicina e Chirurgia - 1987
  • Università degli Studi di Pavia
    Specializzazione in Neurologia - 1991

Pubblicazioni

Injection of adult neurospheres induce clinical recovery in a chronic model of multiple sclerosis.

Pluchino S, Quattrini A, Brambilla E, Gritti A, Salani g, Dina G, Galli r, Bergami A, Furlan F, Delcarro U, Amadio S, Comi G, Vescovi AL, Martino G.

Nature 2003;422:688-694

Visualizza

How the brain repairs itself: perspectives for new therapeutic strategies for inflammatory and degenerative CNS disorders.

Martino G

Lancet Neurol. 2004;3:372-378

Visualizza

Neurosphere-derived multipotent precursors promote neuroprotection by an immunomodulatory mechanism.

Pluchino S, Zanotti l, Rossi b, Brambilla e, Ottoboni l, Salani g, Martinello m, Cattalini A, Bergami A, Furlan R, Comi G, Constantin G, Martino G

Nature 2005;436:266-271.

Visualizza

The therapeutic potential of neural stem cells.

Martino G, Pluchino S.

Nat. Rev. Neurosci. 2006;7:395-406.

Visualizza

Inflammation triggers synaptic alteration and degeneration in experimental autoimmune encephalomyelitis.

Centone D*, Muzio L*, Rossi S, Cavasinni F, De Chiara V, Bergami A, Musella A, Marcello d’amelio M, Cavallucci V, Martorana A, Bergamaschi A, Concioni MT, Diamantini A, Butti E, Comi G, Bernardi G, Cecconi F, Battistini L, Furlan R, Martino G.

J. Neurosci. 2009;29:3442-3452

Visualizza

Delayed post-ischemic neuroprotection following systemic neural stem cell transplantation involves multiple mechanisms.

Bacigaluppi M*, Pluchino S*, Kilic E, Peruzzotti-Jametti L, Kilic U, Salani G, Brambilla E, Comi G, Martino G*, Hermann DM*.

Brain 2009;132:2239-2251

Visualizza

Human neural stem cells ameliorate autoimmune encephalomyelitis in non human primates.

Pluchino S*, Gritti A*, Blazer E, Amadio S, Brambilla E, Borsellino G, Cossetti C, Del Carro U, Comi G, ‘T Hart B, Vescovi A, Martino G

Ann. Neurol. 2009;66:343-354

Visualizza

the Stem Cells in Multiple Sclerosis (STEMS) Consensus Group. Stem cell transplantation in multiple sclerosis: current status and future prospects.

Martino G, Franklin RJ, Van Evercooren AB, Kerr DA,

Nat. Rev. Neurol. 2010;6:247-255.

Visualizza

Subventricular zone neural progenitors protect striatal neurons from glutamatergic excitoxicity.

Butti E, Bacigaluppi M, Rossi S, Cambiaghi M, Bari M, Cebrian Silla A, Brambilla E, Musella A, De Ceglia R, Teneud L, De Chiara V, D’adamo P, Garcia-Verdugo JM, Comi G, Muzio L, Quattrini A, Leocani L, Maccarrone M, Centonze D, Martino G.

Brain 2012;115:3320-3335.

Visualizza

Cross-talk between neural stem cells and immune cells: the key to better brain repair?

Kokaia Z*, Martino G*, Schwartz M*, Lindvall O

Nat. Neurosci. 2012;15:1078-1087

Visualizza

Subventricular zone neural progenitors protect striatal neurons from glutamatergic excitoxicity.

Butti E*, Bacigaluppi M*, Rossi S, Cambiaghi M, Bari M, Cebrian Silla A, Brambilla E, Musella A, De Ceglia R, Teneud L, De Chiara V, D’adamo P, Garcia-Verdugo JM, Comi G, Muzio L, Quattrini A, Leocani L, Maccarrone M, Centonze D, Martino G.

Brain 2012;115:3320-3335

Visualizza

iPSC-derived neural precursors exert a neuroprotective role in immune-mediated demyelination via the secretion of leukemia inhibitory factor.

Laterza C, Merlini A, De Feo D, Ruffini F, Menon R, Onorati M, Fredrickx E, Muzio L, Lombardo A, Comi G, Quattrini A, Taveggia C, Farina C, Cattaneo E, Martino G

Nat. Commun. 2013;4:2597

Visualizza

Neural stem cell transplantation promotes post-ischemic neuronal plasticity by regulating the expression of glutamate transporters.

Bacigaluppi M, Russo G*, Peruzzotti-Jametti L*, Rossi S, Sandrone S, Gallizioli M, De Ceglia R, Butti E, Studer V, Colombo E, Reitmeir R, Motta C, Muzio L, Comi G, Farina C, Letterio Politi LS, Invernizzi RW, Hermann DM*, Centonze D*, Martino G

J. Neurosci. 2016;36:10529

Visualizza

Neural precursor cell-secreted TGF-β2 redirects inflammatory monocyte-derived cells in CNS autoimmunity.

De Feo D, Merlini A, Brambilla E, Ottoboni L, Laterza C, Menon R, Srinivasan S, Farina C, Manteiga Jmg, Butti E, Bacigaluppi M, Comi G, Greter M, Martino G

J. Clin. Inv. 2017;127:3937-3953 Epub ahead of print on September 25, 2017

Visualizza

Neural stem cells of the subventricular zone contribute to neuroprotection of the corpus callosum after cuprizone-induced demyelination.

Butti E, Bacigaluppi M, Chaabane L, Ruffini F, Brambilla E, Berera G, Montonati C, Quattrini A, Martino G

J. Neurosci. 2019;39:5481-5492 [Epub ahead of print on May 28, 2019]

Visualizza