Infezione da HIV

COS’È?

È una malattia virale provocata dal virus dell’Immunodeficienza umana (HIV).
Dopo la fase iniziale, detta infezione primaria o acuta, la malattia progredisce lentamente per molti anni, mediamente dieci in assenza di terapia antiretrovirale, dando origine a una malattia cronica progressiva.

Se non si provvede a una terapia adeguata, l’esito è quasi certamente l’insorgenza di AIDS (Sindrome da immunodeficienza acquisita).

COME SI RICONOSCE?

La diagnosi viene effettuata attraverso un semplice prelievo di sangue per verificare la presenza di anticorpi anti-HIV e, eventualmente, dell’RNA virale.

COME CI SI AMMALA?

L’infezione può trasmettersi in diversi modi:

  • attraverso contatto con sangue infetto;
  • attraverso rapporti sessuali non protetti;
  • da madre a figlio durante il parto (evento assai raro quando si esegue il taglio cesareo);
  • attraverso allattamento al seno.

COME SI CURA?

L’infezione viene curata con antiretrovirali.
L’attuale terapia prevede l’utilizzo contemporaneo di tre o quattro farmaci; è quasi sempre ben tollerata anche se può causare fastidi che svaniscono spontaneamente in qualche settimana. Sono, tuttavia, possibili effetti collaterali a lungo termine, quali la lipodistrofia.

Se i farmaci sono assunti correttamente e vengono ben assorbiti dall’organismo, si ottiene un abbattimento della replicazione virale, un sensibile miglioramento delle difese immunitarie e quindi minore probabilità di insorgenza dell’AIDS e l’assenza di resistenze.