Ottavio Alfieri – Curriculum vitae

Ottavio Alfieri è stato dal 1996 al 2017 Direttore dell’Unità Operativa di Cardiochirurgia dell’Ospedale San Raffaele di Milano e Professore di Cardiochirurgia presso l’Università Vita-Salute San Raffaele.

È autore e co-autore di più di 600 articoli “peer-reviewed” riguardanti molte aree delle discipline di cardiochirurgia e di cardiologia.

È membro dell’Editorial Board di diverse riviste scientifiche.

Il suo principale interesse è la chirurgia delle patologie delle valvole cardiache, in particolare la riparazione della valvola mitralica. Nei primi anni ’90 ha sviluppato la tecnica Edge-to-Edge, un metodo di riparazione della valvola mitralica che è alla base della tecnologia percutanea più utilizzata nel mondo per la correzione dell’insufficienza mitralica. Ha attivamente promosso un approccio multidisciplinare per il trattamento delle patologie cardiache.

Con il valido contributo dei suoi collaboratori, cooperazioni nazionali e internazionali in ambito sia accademico che industriale, ha sviluppato importanti innovazioni terapeutiche entrate nella pratica clinica.

Nel corso degli anni ha costituito una infrastruttura con personale dedicato alla raccolta dei dati clinici e alla coordinazione di attività di ricerca con una numerosissima produzione scientifica su riviste internazionali.

Nel 2011 è stato Presidente della Società Europea di Chirurgia Cardio-Toracica (EACTS).

Nel 2018 ha ricevuto la Medaglia d’Oro dalla Società Europea di Cardiologia per i suoi contributi in ambito cardiologico.

Attualmente è membro dell’ESC, EACTS, AATS, STS.

Oggi è Presidente della Alfieri Heart Foundation, con sede presso l’Ospedale San Raffaele, creata per supportare la ricerca e l’innovazione.

Il Professor Ottavio Alfieri ha ricevuto dalla Società Europea di Cardiologia (ESC) la prestigiosa Gold Medal per il 2018, riconoscimento assegnato alle personalità che si sono distinte in modo particolare per i loro contributi nel campo della cardiologia e che costituiscono un modello per le generazioni future.

Il premio gli è stato conferito per avere inventato una particolare tecnica di riparazione della valvola mitralica, di cui hanno già beneficiato molte decine di migliaia di pazienti in tutto il mondo.