Ufficio di trasferimento biotecnologico

L’Ufficio di Trasferimento Biotecnologico è stato costituito nel 1992, per sviluppare proposte commerciali a partire dalla ricerca di base e clinica attraverso la gestione dei brevetti e del know-how dell’Istituto Scientifico San Raffaele e la promozione di questi presso l’industria e il venture capital. L’Istituto Scientifico San Raffaele, il maggiore centro di ricerca italiano, conta su un ospedale di circa 1400 posti letto, presso il quale vengono svolti ogni anno circa 250 clinical trials, e annovera 756 ricercatori di base e 806 medici ricercatori che lavorano a programmi di ricerca traslazionale, che hanno generato nel 2012, 1107 pubblicazioni con un impact factor complessivo pari a 6118.
L’Ufficio di Trasferimento Biotecnologico, punto di riferimento istituzionale per la gestione degli accordi di ricerca sponsorizzata, di licenza e di servizio con l’industria e per la creazione di spin off, al 2012 ha depositato 126 famiglie di brevetti (di cui 44 famiglie attive che corrispondono a 209 brevetti e domande di brevetto in portfolio) che attualmente offrono opportunità di licenza in differenti aree terapeutiche.

 LE PRINCIPALI ATTIVITÀ

  • scouting, valutazione, gestione e protezione della proprietà intellettuale;
  • promozione dei risultati della ricerca;
  • negoziazione e gestione dei contratti di ricerca e di servizi con l’industria;
  • licensing dei diritti di proprietà intellettuale legati a brevetti della Fondazione San Raffaele;
  • creazione di spin off e di joint ventures nel settore biotecnologico;
  • negoziazione e gestione Material Transfer e Animal Transfer Agreement con l’industria.

CONTRATTI DI RICERCA SPONSORIZZATA E COLLABORAZIONE INDUSTRIALE

L’Istituto Scientifico San Raffaele conta su numerosi gruppi di ricerca di base, traslazionale e preclinica/clinica in grado di fornire expertise e know-how di eccellenza, di interesse per aziende farmaceutiche e biotech.
La presenza nello stesso sito dei laboratori di ricerca e della struttura ospedaliera permette un’integrazione significativa ed efficace della filiera ricerca – clinica, from bench to bedside and back.
La crescente attenzione alla ricerca traslazionale favorisce il trasferimento dei progetti di ricerca di base, alla validazione preclinica e alla sperimentazione clinica, con l’attivazione in sede di numerosi trial clinici, spontanei e sponsorizzati da aziende farmaceutiche e biotech.
Anche in assenza di brevetto, aziende farmaceutiche e biotech possono attivare accordi di collaborazione industriale, nell’ambito dei quali, su piani di lavoro scanditi da milestones e tempistiche condivise, possa poi generarsi Proprietà Intellettuale da trasferire nell’ambito di accordi di licenza.

Recenti accordi:

OPPORTUNITÀ PER COLLABORAZIONI INDUSTRIALI

Competenze

Scarica il nostro Scientific Report

BoNetwork (Brochure)
Bonetwork raggruppa l’esperienza preclinica e clinica di ricerca nel campo delle patologie dell’osso presenti presso l’Istituto Scientifico San Raffaele con l’obiettivo di fornire servizi di ricerca a istituzioni e aziende farmaceutiche e biotech operanti nel campo della produzione di nuovi agenti terapeutici e/o di nuovi biomateriali.

Servizi, Tool di Ricerca, Modelli Animali (Brochure)
L’Istituto Scientifico San Raffaele offre una serie di servizi, tool di ricerca, modelli animali, utili per far fronte a specifiche esigenze di aziende farmaceutiche e biotech.
Il portafoglio servizi va dall’esecuzione di test nelle aree dell’Allergologia e della Tossicologia, alla disponibilità di anticorpi e modelli animali utili per validare meccanismi d’azione di composti provenienti da aziende farmaceutiche o biotech.

Piattaforma Vettori Virali (Brochure)
L’Istituto Scientifico San Raffaele è centro di eccellenza di fama mondiale per la terapia genica e lo sviluppo e messa a punto di vettori virali di diversa applicazione.
I gruppi di ricerca interna lavorano su vettori miRNA-regulated dalle diverse applicazioni e potenzialità, così come su vettori mono e bi-direzionali utilizzati nell’espressione genica e transgenica.

PROPRIETÀ INTELLETTUALE

Il brevetto per invenzione è l’istituto giuridico attraverso il quale l’ordinamento assicura al titolare il diritto di utilizzazione esclusiva dell’invenzione, permette al titolare di impedire ad altri lo sfruttamento commerciale della sua invenzione, per un periodo limitato di tempo, in un paese o area specifica. Un brevetto fornisce una tutela che dura 20 anni contro l’uso non autorizzato dell’invenzione, o la sua copia, e aumenta le possibilità di sfruttamento commerciale della stessa.

SVILUPPO DELLE TECNOLOGIE, LICENZE E OPPORTUNITÀ DI LICENZA (Brochure Licensing Profile)

L’Ufficio di Trasferimento Biotecnologico una volta depositata una domanda di brevetto è estremamente proattivo nell’identificare potenziale licenziatari della tecnologia e nel negoziare in accordo con gli standard internazionali di trasferimento tecnologico accordi di licenza. Ogni suggerimento, da parte degli inventori, su aziende da contattare e ogni attività di promozione delle tecnologie da parte degli inventori stessi è molto apprezzato.

Per info: obt@hsr.it