Fabio Grohovaz

Neurofisiologia cellulare

Fabio Grohovaz, Capo Unità

grohovaz.fabio@hsr.it



La nostra attività di ricerca è focalizzata sulla comprensione dei meccanismi fisiopatologici alla base dei fenomeni neuroprotettivi e neurodegenerativi. Vengono principalmente usate colture primarie di cervello e metodiche di biologia molecolare, accoppiate a saggi cellulari in vitro, fra cui l’imaging su singola cellula (imaging del calcio e microscopia a riflessione interna totale). L’interesse è rivolto alla generazione dei meccanismi di stress ossidativo e di protezione, sia nei neuroni che negli astrociti. Considerando l’importanza dei processi neuroinfiammatori nella neurodegenerazione, siamo anche interessati ai meccanismi molecolari coinvolti nell’attivazione della glia e all’influenza che può avere il fenotipo attivato sulla sopravvivenza neuronale. Attualmente, le nostre ricerche convergono nell’ambito di due progetti legati a specifiche malattie:
I) Patogenesi della malattia di Alzheimer – Sono in corso i seguenti studi: regolazione dell’espressione di BACE1/BACE2; implicazione dell’attività beta-secretasica sulla deposizione del beta-amiloide; caratterizzazione degli effetti cellulari delle varie forme di beta-amiloide sui diversi tipi cellulari presenti nel cervello.
II) Alterazioni nell’omeostasi del ferro intracellulare e neuroferritinopatia ereditaria – Stiamo studiando il controllo dei livelli cellulari di ferro in seguito a esposizione acuta o cronica e la conseguente produzione di Specie Reattive dell’Ossigeno; una linea di ricerca studia in modo specifico gli effetti di mutazioni nella catena leggera della ferritina sul controllo dei livelli citosolici di ferro.

wwwPer maggiori dettagli sull’Unità, visita la pagina di questo gruppo sul sito della Ricerca in inglese.