bianchi_perscopia

Dinamica della cromatina

Marco Emilio Bianchi, Capo Unità

bianchi.marco@hsr.it


Il nostro gruppo studia l’organizzazione e la funzione della cromatina, e in particolare la proteina HMGB1. Lo stato della cromatina determina come cellule diverse dello stesso organismo (che contengono lo stesso DNA) trascrivono geni diversi. Le cellule differenziate mantengono nel tempo la loro identità, e le cellule staminali mantengono la loro plasticità. Quando incominciano a non funzionare più correttamente, possono divenire cellule tumorali, o più semplicemente non svolgono più la loro funzione in modo affidabile (dando origine a varie malattie degenerative). Siamo anche interessati a una proprietà straordinaria di HMGB1. Questa proteina nucleare viene rilasciata da cellule morte traumaticamente, e segnala il danno ai tessuti, fa partire le risposte infiammatoria e immunitaria, fa migrare e proliferare le cellule che devono sostituire quelle morte, e infine promuove l’angiogenesi e il riparo tissutale. La connessione tra lo stato della cromatina durante la morte cellulare, e la rigenerazione tissuatale è un interesse specifico del nostro gruppo. Il gruppo di Alessandra Agresti ha costruito e validato un modello computazionale dell’attività di NF-kappaB, il fattore trascrizionale responsabile per la maggior parte delle risposte infiammatorie. La Dr. Agresti ha anche dimostrato che in cellule vive il sistema oscilla per molte ore, e che queste oscillazioni determinano specifici programmi trascrizionali.