Radiologia indirizzo senologico

La diagnostica senologica, nonostante siano trascorsi 50 anni, continua a basarsi sulla Mammografia, ovvero sulla radiografia della mammella, che oggi è divenuta digitale e si sta evolvendo verso immagini 3D. L’immagine radiografica della mammella nasce dalla interazione con i raggi X che l’attraversano e vanno a un rilevatore collegato al computer. Questo esame viene spesso integrato, oltre che con la clinica, con le altre tecniche di diagnostica per immagini: Ecografia e Risonanza Magnetica (RM).
Nella gestione della patologia mammaria la Radiologia è l’unica Specialità che segue la donna in tutte le fasi: nello screening, nella diagnosi, nella stadiazione, nell’assistenza alla chirurgia e all’oncologia quando necessario, e nel follow-up.
La Radiologia Senologica riveste un ruolo indispensabile non solo nella valutazione delle donne sintomatiche e asintomatiche che vengono inviate alla diagnostica radiologica dal MMG o dagli Specialisti, ma anche per tutte le asintomatiche che partecipano ai programmi di screening organizzato dal SSN.
In caso di lesione non palpabile identificata con mammografia, ecografia o RM, la diagnosi è possibile mediante prelievo con ago, cito/istologico, guidato dalle immagini. Le tecniche radiologiche consentono di localizzare e dimensionare la malattia, in modo preciso, sia quando non palpabile, sia quando palpabile, definendo il numero delle lesioni e il rapporto con i tessuti circostanti. Il ruolo della Radiologia è inoltre indispensabile per la centratura preoperatoria di lesioni non palpabili e la conseguente verifica del reperto bioptico operatorio. Anche eventuali complicanze post-chirurgiche sono verificabili tramite le immagini radiologiche e i controlli periodici dopo trattamento medico e/o chirurgico si basano sugli esami radiologici.
L’Unità Operativa di Radiologia Indirizzo Senologico dell’Ospedale San Raffaele si avvale di Medici Radiologi, professionisti di lunga e provata esperienza nell’imaging senologico, che negli anni si sono aggiornati sul campo con l’attività clinica quotidiana, partecipando attivamente alla formazione di nuovi specialisti oltre che a convegni nazionali e internazionali, sia come docenti che come discenti.
I TSRM (Tecnici Sanitari di Radiologia Medica) dedicati alla Mammografia e alla RM si sono formati nella Radiologia dell’Ospedale San Raffaele  e hanno al loro attivo l’esecuzione di migliaia di esami.
Il personale infermieristico è specificatamente preparato all’assistenza alle procedure interventistiche mammarie.
Le apparecchiature sono all’avanguardia:

  • 2 mammografi digitali di altissimo livello, uno con Tomosintesi, ovvero mammografia 3D, l’altro caratterizzato da una dose molto bassa di radiazioni, il 50% rispetto alle altre macchine presenti sul mercato.
  • 1 sistema di guida dell’agobiopsia con Tomosintesi delle lesioni visibili solo alla mammografia 2 o 3D.
  • 3 ecografi, uno riservato all’attività interventistica, gli altri due di ultima generazione, dotati di sonde e software dedicati alla senologia, che consentono esami di altissima qualità.
  • 2 RM, in dotazione all’U.O. di Radiologia, con bobine dedicate allo studio della mammella, una dotata di sistema per guidare l’agobiopsia mammaria con guida RM.
  • 1 sistema di agobiopsia vuoto assistita (VAB) che consente prelievi di vaste aree di tessuto mammario sospetto.

PRINCIPALI ESAMI

I pazienti, sia ricoverati sia in regime ambulatoriale, possono sottoporsi a differenti tipologie di esame:

In collaborazione con le Unità di Chirurgia della Mammella e di Medicina Nucleare dell’Ospedale San Raffaele, si utilizza la centratura preoperatoria di lesioni non palpabili mediante tracciante radioattivo (ROLL).

  • ROLL (Radioguided Occult Lesion Localisation). Consiste nell’iniezione sotto guida ecografica o, se la lesione non è visibile all’ecografia, mammografica o RM, di una minima quantità di tracciante radioattivo o di un seme radioattivo nel contesto della lesione stessa. La radioattività creata in sede di lesione viene ricercata dal chirurgo, durante l’intervento, mediante un rilevatore. In questo modo, può localizzare la lesione e procedere alla rimozione seguendo la via di accesso più adeguata, mantenendo la lesione stessa nel centro del pezzo asportato.

STAFF

Pietro Panizza – primario

in condivisione con U.O. di Radiologia:
Maria Grazia Rodighiero  – Radiologo Responsabile
Simona Tacchini  – Radiologo Senior
Claudio Losio  – Radiologo Senior
Elena Schiani – Radiologo
Silvia Ravelli – Radiologo

Ornella Scacchi – TSRM
Maria Teresa Parma – Responsabile segreteria

NUMERI UTILI

Call center per prenotazioni SSN e Solventi
Tel. 02.2643.3056

 

Unità Operativa di Radiologia Indirizzo Senologico
Settore R, piano -2
Ospedale San Raffaele

Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico
Via Olgettina, 60 – 20132 Milano (Italia)