Chirurgia orale e implantare

Si occupa delle emergenze chirurgiche (ascessi, emorragie, traumi) e delle procedure relative a estrazioni complesse di elementi inclusi, rimozione di cisti mascellari, disinclusioni chirurgico-ortodontiche, rimozione di neoformazioni dei processi alveolari.
La chirurgia implantare svolge un ruolo di rilievo nelle procedure di reintegro di elementi dentari mancanti o nell’ancoraggio di protesi rimovibili tramite l’utilizzo di impianti osteointegrati. Si tratta di radici artificiali inserite nell’osso alveolare sulle quali è possibile costruire un singolo dente, un ponte o delle protesi fisse più complesse.
Quando il supporto osseo è carente, è possibile ricorrere a metodiche di ricostruzione e rigenerazione della parte trattata, utilizzando materiali artificiali biocompatibili o materiali autologhi (del paziente stesso), come segmenti ossei prelevati da sedi intraorali e concentrati di fattori piastrinici (PRP), che presentano notevoli potenzialità riparative e rigenerative.
Negli interventi più impegnativi si ricorre alla sedazione cosciente del paziente, dato che permette di eseguire l’intervento in totale tranquillità.

CASISTICHE

Paziente n°1

Casistica Gherlone-Zandonella Necca

 

Paziente n°2