Angiografia periferica

Permette di diagnosticare malattie delle arterie che portano sangue:

  • alle gambe (aorta, arterie iliache, arterie femorali, arterie poplitee e arterie tibiali);
  • al cervello (arterie carotidi e arterie vertebrali);
  • agli arti superiori (arterie succlavie);
  • ai reni (arterie renali);
  • all’intestino (arterie mesenteriche).

L’ostruzione di queste arterie provoca specifici disturbi di cui i più frequenti sono:

  • ictus o attacchi ischemici transitori per l’occlusione delle carotidi;
  • claudicatio (dolore alle gambe durante sforzo) per l’occlusione delle arterie iliache o femorali;
  • ipertensione e l’insufficienza renale per l’occlusione delle arterie renali.

La cura può consistere o in un intervento chirurgico o nell’angioplastica periferica, trattamento per via per cutanea che utilizza le stesse cannule utilizzate per l’angiografia.