PET/TC totalbody

La PET ha radicalmente modificato l’approccio alla stadiazione e il follow-up dei pazienti affetti dalle più frequenti patologie neoplastiche (polmone, mammella, colon-retto, prostata, ovaio, linfoma, melanoma). Infatti grazie allo studio PET è possibile definire un quadro clinico e stabilire lo stadio della malattia in modo più preciso, limitando il numero di procedure diagnostiche invasive.


PET/TC: stadiazione di neoplasia
polmonare; metastasi muscolare
non nota con imaging convenzionale

In particolare, l’utilizzo della PET con traccianti specifici per la misura del metabolismo cellulare tumorale permette di:

  • definire lo stadio della malattia in pazienti con lesioni primitive note;
  • differenziare tra recidiva ed esiti post-trattamento radioterapico;
  • valutare la risposta metabolica al trattamento chemio e/o radioterapico;
  • ricercare la malattia in pazienti con aumento dei marcatori tumorali e quadro clinico-strumentale negativo o dubbio;
  • ricercare la malattia in pazienti con metastasi da primitivo a sede ignota;
  • diagnosticare la natura di formazioni espansive riscontrate con altre metodiche (nodulo solitario del polmone).
Uno studio PET con [18F]FDG, condotto con tecnica total-body, può contribuire a modificare significativamente l’approccio terapeutico al paziente oncologico, consentendo l’identificazione anche di lesioni neoplastiche a distanza dalla sede primitiva non documentate con le altre metodiche di imaging strumentale.Inoltre, nei pazienti sottoposti a trattamento chemioterapico, lo studio PET eseguito durante o al termine del trattamento, consente di valutare la risposta metabolica del tumore alla chemioterapia con la possibilità di avere informazioni sul comportamento biologico del tumore al trattamento, In ogni caso, al momento dell’anamnesi prima dell’esecuzione dell’esame, è importante consegnare al medico nucleare la documentazione clinica personale (cartelle cliniche, esami ematochimici, istologici e radiologici) relativi alla patologia in studio e riferire eventuali patologie concomitanti, interventi chirurgici e trattamenti radioterapici già eseguiti.

PET/TC  prima e dopo 2 cicli di chemioterapia in paziente trattato per linfoma di Hodgkin

 

Indietro