Carta dei servizi Percorso Nascita

 HOME | DOPO IL PARTO

Durante le prime ore successive alla nascita mamma e neonato rimangono insieme nell’area del parto, per l’osservazione del loro stato di salute. Successivamente vengono accompagnati nel reparto di degenza dove ha inizio il rooming-in 24 ore su 24, cioè la permanenza di madre e bambino nella stessa stanza.

Il rooming-in è il presupposto necessario per facilitare la conoscenza del proprio bambino, favorire una buona relazione, iniziare e mantenere l’allattamento esclusivo al seno e, con il supporto di personale esperto, diventare autonome e competenti nella cura del bambino. Questo periodo di stretto contatto consente alla mamma e al papà di acquisire quelle competenze genitoriali utili al momento del ritorno al proprio domicilio.

La separazione di madre e neonato avviene solo per giustificati motivi medici che impongano cure non possibili nella stanza della madre. Durante la degenza sono previsti incontri quotidiani su argomenti di puericultura, per sperimentare insieme l’accudimento del neonato (cambio pannolino, medicazione del cordone ombelicale, bagnetto) e di alimentazione dal lunedì al venerdì.

Il neonatologo visita il neonato alla nascita in sala parto e durante la degenza in camera della mamma, riferisce ai genitori le condizioni cliniche e l’eventuale necessità di approfondimenti diagnostici.

Durante la degenza, al neonato vengono eseguiti i seguenti test di screening:

  • Riflesso rosso retinico in miosi per patologie dell’occhio
  • Manovra di ortolani per la displasia congenita dell’anca
  • Ossimetria pulsatile per malformazioni cardiache congenite
  • Bilirubinemia transcutanea per l’ittero neonatale
  • Screening metabolici ematici neonatali per ipotiroidismo congenito, iperplasia surrenalica congenita, fibrosi cistica e malattie del metabolismo degli amminoacidi su campione di sangue secondo le indicazioni di legge

Breastfeeding

L’allattamento al seno costituisce l’alimentazione normale e ideale del neonato e dà allo sviluppo del bambino basi biologiche ed effetti impareggiabili. È importante per la salute della madre, del bambino e per la società.

COME VI AIUTIAMO A NUTRIRE IL VOSTRO BAMBINO

  • Sarete sostenuti da operatori formati
    Per aiutarvi nell’alimentazione del vostro bambino, tutti gli operatori hanno ricevuto una formazione specifica sull’allattamento e sull’alimentazione dei bambini.
  • Scegliere in modo informato
    Già al momento della gravidanza avrete dai nostri operatori tutte le informazioni e l’aiuto pratico necessario per allattare il bambino al seno. Ci sono delle ragioni che impediscono l’allattamento? La vostra scelta è diversa? Riceverete informazioni e sostegno per alimentare in tutta sicurezza il nostro bambino con il latte di formula.
  • Partorire secondo natura
    Il giorno del parto potrai essere accompagnata dal partner o da una persona di fiducia, familiare o non, con la quale desideri condividere l’evento. Durante il travaglio potrai assumere le posizioni che preferisci, bere e alimentarti con cibi leggeri. Per gestire il dolore durante il travaglio/parto avrai la possibilità di scegliere interventi senza farmaci quali massaggio, doccia, vasca o altre tecniche di rilassamento. Promuoviamo il parto naturale: pratiche cliniche che possono interferire saranno utilizzate solo se necessario e sarai sempre informata prima.
  • Stare vicini da subito
    Immediatamente dopo la nascita, favoriamo il “contatto pelle a pelle precoce” come abituale metodo assistenziale. Faremo in modo che tu possa tenere il tuo bambino subito vicino a te, nudo a contatto “pelle a pelle”. I nostri operatori saranno lì vicino te per sostenerti e aiutarti con la prima poppata senza alcuna fretta. Questa possibilità ti sarà offerta anche in caso di taglio cesareo con anestesia locoregionale (epidurale/spinale).
  • Allattare naturalmente
    Riceverai tutto l’aiuto necessario per trovare la posizione più adatta per attaccare correttamente il tuo bambino al seno e per capire se prende abbastanza latte. Ti incoraggeremo ad allattare tutte le volte che dimostrerà di aver fame. Ti forniremo tutte le informazioni su come spremere il latte dal seno, una pratica che in alcuni casi è molto utile anche una volta tornata a casa (esempio seno troppo pieno e dolente).
  • Stare sempre insieme
    Fin dalla nascita potrai tenere il tuo bambino sempre vicino, per conoscervi, per rafforzare il vostro legame e perché tu possa scoprire le sue reazioni e possa rispondere prontamente alle sue richieste. In camera avrai a disposizione il fasciatoio e il personale ti affiancherà nella pratica di igiene.
  • Senza interferenze
    Ti sconsigliamo di usare ciucci, tettarelle e paracapezzoli mentre il bambino sta imparando ad alimentarsi al seno perché possono ostacolare l’avvio dell’allattamento.
  • Allattare esclusivamente per almeno sei mesi
    Allattare al seno in modo esclusivo fino a sei mesi compiuti è molto importante per avere anche benefici a lungo termine.
  • Trovare aiuto per essere sostenuti
    Il nostro Ospedale è sempre a tua disposizione, anche una volta tornata a casa. Alla dimissione ti forniremo le indicazioni necessarie per contattarci, ti daremo un elenco di persone, riferimenti di Istituzioni sul territorio, un numero verde e gruppi di mamme che ti saranno di aiuto e sostegno nell’allattamento, nell’alimentazione e in generale nella cura del tuo bambino. Se hai necessità non esitare a chiedere aiuto.
  • Poter allattare ed essere ben accolte ovunque
    Incoraggiamo l’accoglienza della mamma che allatta in ogni spazio pubblico dell’Ospedale. Se vuoi puoi accedere al nostro Baby Pit Stop che si trova al settore G, piano sotterraneo -1, dove potrai alimentare il tuo bambino e provvedere al cambio del pannolino in tranquillità.
  • Essere protetti dalla pubblicità
    L’ospedale San Raffaele partecipa all’iniziativa OMS/UNICEF “Insieme per l’allattamento” aderendo alle buone pratiche previste per le strutture sanitarie. L’Ospedale ha sottoscritto il Codice Internazionale sulla Commercializzazione dei Sostituti del Latte Materno che protegge le famiglie da qualsiasi tipo di promozione o pubblicità di sostituti del latte materno, biberon e tettarelle. Gli operatori forniscono sostegno e informazioni pratiche indipendenti da interessi commerciali.
Questa è una versione breve della Politica Aziendale per l’allattamento e alimentazione dei bambini basata sui “Dieci Passi per il sostegno dell’allattamento al seno” OMS/UNICEF. La versione integrale è disponibile cliccando qui.

Dopo il parto l’ostetrica redige la dichiarazione di nascita, costituita dal certificato di assistenza al parto (per il datore di lavoro e altri usi) e da un foglio informativo per la registrazione al Centro Nascite. Entro 3 giorni (compreso il giorno del parto) i genitori registrano la nascita presso la Direzione Sanitaria dell’ospedale (settore B, dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.00 e dalle ore 13.00 alle ore 15.30). Per la registrazione sono necessari i documenti di identità, in corso di validità, di entrambi i genitori.

HOME