Carta dei servizi Percorso Nascita

HOME | IL PARTO

Per il travaglio e il parto, alle donne viene offerto un ambiente confortevole, tranquillo e riservato, nel rispetto delle esigenze della coppia affinché possa vivere il momento della nascita con consapevolezza e serenità. È stata inaugurata la nuova area del parto che comprende quattro sale travaglio/parto di colori diversi, di cui una dotata di una vasca per travaglio/parto in acqua di prossima attivazione, una sala riservata alle induzioni del travaglio e due sale operatorie adiacenti dedicate. Gli arredi, le caratteristiche cromatiche delle sale e la presenza del sottofondo musicale sono stati studiati per garantire alla coppia di vivere in intimità e riservatezza la nascita del proprio figlio in un ambiente familiare e sicuro.

Nel 2016 l’ospedale ha avuto 2176 parti di cui 35% tagli cesarei. Una donna su 4 (28%) ha usufruito dell’analgesia epidurale in travaglio di parto.

La prima visita e le prime cure del neonato avvengono alla presenza dei genitori in sala parto.

Viene garantita un’assistenza qualificata e continua della stessa ostetrica per 12 ore, con l’obiettivo di favorire la continuità assistenziale alla partoriente per tutta la durata del travaglio. Durante il travaglio e il parto la gestante sceglie liberamente la posizione che meglio risponde alle sue esigenze (in piedi, accovacciata, seduta, sdraiata) e può avere accanto a sé per tutta la durata del travaglio e del parto una persona di fiducia.

L’abituale metodo assistenziale utilizzato, se le condizioni di mamma e neonato lo permettono, prevede che, immediatamente dopo la nascita, il neonato venga lasciato nelle braccia della mamma in modo da essere a contatto “pelle a pelle” cioè in relazione diretta e prolungata, senza limiti di tempo. Il contatto “pelle a pelle” costituisce un’ottima occasione per facilitare la relazione tra madre, padre e neonato, incoraggia attivamente l’allattamento al seno, tranquillizza il neonato e gli consente un migliore adattamento alla vita extrauterina. Dopo circa due ore dalla nascita mamma e neonato vengono trasferiti nel reparto di degenza senza essere separati.

OCCORRENTE PER LA MAMMA

  • Camicie da notte o pigiami comodi
  • Vestaglia
  • Pantofole e calze di cotone
  • Comuni accessori da toilette, asciugamani
  • Fascia elastica in caso di taglio cesareo (solo per incisione longitudinale)
  • Calze elastiche in caso di taglio cesareo
  • Mutande di carta o rete, usa e getta
  • Assorbenti igienici
  • Caramelle e bevande energetiche per il travaglio
  • Bicchiere, cucchiaino e tovagliolo

OCCORRENTE PER IL NEONATO
ogni indumento deve riportare il cognome e il nome del neonato

  • Una sacca di stoffa contrassegnata con il cognome e nome del neonato
  • Quattro tutine in ciniglia/cotone
  • Quattro magliette di cotone (o body)
  • Asciugamani in cotone o spugna piccoli per l’igiene
  • Asciugamano grande e morbido per la nascita
  • Cappellino di cotone
  • Pettine per neonato
  • Salviettine umidificate
  • Detergente delicato

DOCUMENTAZIONE

  • Documento d’Identità
  • Carta Regionale dei Servizi
  • Documentazione Clinica della gravidanza (esami, ecografie)
  • Richiesta di ricovero in caso di ricovero programmato compilata dal medico curante o da uno Specialista Ospedaliero, unicamente per i pazienti appartenenti alla Regione Lombardia

La gestione del dolore in travaglio

Alle future mamme viene offerta la possibilità di controllare il dolore durante il travaglio e il parto mediante l’analgesia epidurale o attraverso tecniche non farmacologiche. La prima è una tecnica di analgesia locoregionale eseguita da un medico anestesista.

È garantita 24 ore su 24, 7 giorni su 7, previa visita anestesiologica effettuata in gravidanza tramite SSN o regime libero professionale dove vengono fornite informazioni riguardo la tecnica, i vantaggi e i possibili effetti collaterali.

È consigliata la prenotazione a partire dal 4° mese di gestazione al CUP al numero Tel. 02.2643.6820 o personalmente presso il Punto Blu (piano sotterraneo -1, settore B).

Il giorno del parto il ricovero può avvenire attraverso due modalità:

  • in caso di travaglio di parto occorre presentarsi all’accettazione del pronto soccorso generale (settore C, piano sotterraneo meno 1), dove, dopo il triage, la donna viene visitata e successivamente sottoposta a controllo ecografico e monitoraggio cardiotocografico. Se è in travaglio attivo, viene ricoverata presso l’area del parto.
  • in caso di ricovero programmato occorre presentarsi al Servizio di accettazione ricoveri ordinari, (Accettazione Centrale settore R piano sotterraneo -1) e successivamente presso la degenza situata al settore C, 7° piano.

 

HOME